Corso trimestrale di dizione e lettura espressiva

LUNEDI’ 19.00 – 21.00
INIZIO 02 MAR ’20 – ISCRIZIONI APERTE

SOSPESI FINO A NUOVA DISPOSIZIONE

In questo affascinante laboratorio, un corso dedicato alla dizione e alla lettura espressiva, sarete guidati dalla passione e dedizione per la lettura espressiva da Renata Stracquadanio. Marchigiana d’origine, la sua professionalità è maturata negli anni grazie al suo amore per l’insegnamento, per il teatro e in particolare per la voce. Il suo approccio deriva dall’ispirazione di tre grandi maestri. Franco Fussi, Matteo Belli e Silvia Magnani sono i grandi insegnanti che le hanno trasmesso l’importanza dell’espressività vocale, attraverso un lavoro meticoloso che combina efficacemente teoria e pratica. Esperienza che le ha permesso di sviluppare un metodo di insegnamento focalizzato ad un “ascolto” più preciso e sensibile della voce, che, se coltivata, acquisisce un “corpo” che trasmettere emozioni attraverso le parole. Ha iniziato la sua carriera giovanissima presso un’emittente privata per poi intraprendere la strada come attrice e regista di teatro. Tiene corsi e laboratori teatrali, work shop e seminari su dizione, lettura espressiva e vocologia artistica. dedicandosi con particolare attenzione al metodo dei colori vocali.

Corso trimestrale di training vocale dedicato alla dizione e lettura espressiva

Questo laboratorio è rivolto a tutti e suddiviso in tre moduli trimestrali separati. Anche se interconnessi, i programmi dei tre moduli sono comunque progettati per essere frequentati singolarmente.

MODULO 1 – Cos’è la voce? E come nasce? Stimolazione della sensibilità uditiva. Introduzione alla fonetica e dizione .Vocali e consonanti ci porteranno al concetto di articolazione e co-articolazione. Le pause e la chiarezza espressiva. La cadenza dialettale e la lettura neutra, due mondi che possono convivere. Il metodo ortofonico imitativo. Respirazione diaframmatica,

MODULO 2 – La costruzione di un buon “orecchio” quale condizione imprescindibile per un buon lettore. Partendo dal riconoscimento delle proprie caratteristiche vocali per arrivare al rintotetivo: che cos’è e come funziona. Un viaggio alla scoperta degli elementi espressivi della voce. Leggere come parlare, ri-scrivere con la voce. Esercizi mirati alla capacità di modulare il suono della propria voce. Compimento di un’azione fisica di gruppo, di insieme.

MODULO 3 – La prosodia della voce in rapporto ai processi inferenziali tra lettore e ascoltatore. Stimoli dalle parole: sensorialità, logica ed emotività. Voci diverse per parole diverse: come affrontare letture dissimili tra loro. Quanto è importante la postura? Il rilassamento e la prossemica: come avvicinarci a chi ci ascolta.

Vi aspetto.
Renata

Amate la voce, rispettatela e onoratela,
perché in un urlo siamo nati e in un sospiro moriremo. Amatela in ogni sua forma,
nel pianto del bambino e nel mormorio del vecchio,
perché voce divengono i pensieri e voce le emozioni.
E quando essa si fa arte
comprenderete gli uomini ed il mondo.

Platone – Manifesto della foniatria artistica

Richiedi l’iscrizione

Ti assicuriamo che la tua richiesta di iscrizione ai corsi non è in alcun modo vincolante. Ti informeremo qualora ci fossero posti limitati al corso che ti interessa. L’iscrizione effettiva avverrà il primo giorno del corso.